procedura sanificazione coronavirus

La comparsa di nuovi virus patogeni per l’uomo, precedentemente circolanti solo nel mondo animale, è un fenomeno ampiamente conosciuto (chiamato spillover o salto di specie) e si pensa che possa essere alla base anche dell’origine del nuovo coronavirus SARS-CoV-2.

Al momento la comunità scientifica sta cercando di identificare la specie animale dalla quale è stato trasmesso il virus all’uomo.

Il nuovo coronavirus (il cui nome scientifico è SARS-CoV-2), è un virus a RNA rivestito da un capside e da un peri-capside attraversato da strutture glicoproteiche che gli conferiscono il tipico aspetto “a corona”. Fa parte della grande famiglia dei coronavirus ed è geneticamente collocato all’interno del genus Betacoronavirus, con un clade distinto nel lineage B del sub-genus Sarbecovirus così come due ceppi Sars-like non umani. Nell’uomo il virus SARS-CoV-2 è in grado di causare la malattia chiamata COVID-19.

Il 30 gennaio scorso l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha dichiarato il nuovo coronavirus “emergenza globale”. Da allora il virus ha raggiunto praticamente tutti i Paesi del mondo.

La malattia è comparsa all’inizio di gennaio in Cina e si è diffusa velocemente anche al di fuori dell’area di origine.

Con la diffusione del Coronavirus diventa necessario per le industrie alimentari, retail, uffici ed attività aperte al pubblico predisporre una procedura integrativa preventiva per il contenimento del virus che vada a rafforzare le procedure di pulizia ordinaria ed implementare nuove pratiche di igiene e prevenzione.

Il team tecnico-scientifico di ESI ha predisposto una PROCEDURA RAFFORZATA PREVENTIVA a supporto dei lavoratori e degli operatori che permette la riduzione della diffusione del virus attraverso un monitoraggio costante e la validazione mediante piano di campionamento.

Per l’implementazione e lo sviluppo della procedura rafforzata abbiamo collegato la formazione del team ed un Audit da remoto che hanno come obiettivi: diffondere le informazioni e rendere il personale in grado di applicarla con competenza e verificare la corretta applicazione e valutazione risultati.

In cosa consiste la Procedura Rafforzata Preventiva:

  • in un procedura completa che comprende una check list ed un Audit da remoto per verificare l’applicazione degli step previsti ed i risultati.
  • in una formazione per tutto il personale al fine di conoscere il virus e comprendere i punti della procedura per metterla in atto da subito e facilmente
  • in un’ attestazione relativa all’adozione da parte dell’azienda di misure di contenimento e prevenzione per virus e batteri

Perché attivare la procedura

II nostro Paese, le nostre aziende, non possono e non devono fermarsi di fronte a questa emergenza.
Serve maggiore informazione al fine di tutelare i propri dipendenti e le persone che operano all’interno dei locali.

Credito d’imposta per la sanificazione degli ambienti

Il DL d’urgenza emanato il 16 Marzo dal Governo ha riconosciuto, agli esercenti di attività d’impresa, arte o professione, un credito d’imposta pari al 50% delle spese sostenute per la sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro fino ad un massimo di 20.000 €.

Richiedi maggiori informazioni per attivare anche tu con successo la procedura rafforzata Covid-19.

""
1
RICHIEDI INFORMAZIONI PER LA PROCEDURA COVID-19
NOME
COGNOME
TELEFONO
EMAIL
N° DIPENDENTI
Messaggio
0 /
Tipologia
Accesso esternioltre ai dipendenti l'accesso è permesso anche ad altri?
Previous
Next