cina_export

La normativa in materia di sicurezza alimentare in Cina si fonda sulla legge vigente dal 2009, la “Legge sulla sicurezza alimentare” (o Food Safety Law o  Shipin anquan fa 食品安全法). Le nuove misure hanno risposto negli anni a una necessità di adeguamento agli standard imposti dal mondo internazionale, con cui la Cina si confronta direttamente a partire dall’ingresso nel WTO (Organizzazione mondiale del commercio). La tutela del consumatore, la qualità e la sicurezza dei prodotti erano già regolati da atti legislativi precedenti alla FSL. Nel 1993, la Legge sulla qualità dei prodotti (chanpin zhiliang fa 产品质量法, modificata nel 2000) segna l’affermarsi del ruolo guida nella supervisione sulla qualità dei prodotti alimentari dell’Amministrazione Centrale della supervisione sulla qualità (SAQS, zhiliang jiandu guojia ju 质量监督国家局 che divenne poi AQSIQ, Amministrazione generale della supervisione della qualità, dell’ispezione e della quarantena). Un ulteriore cambiamento normativo si ha nel 1995 con la Legge sull’igiene dei prodotti alimentari (FHL, shipin weisheng fa 食品卫生法). Poiché la Legge sulla qualità dei prodotti non era riservata esclusivamente ai prodotti alimentari, le due leggi non si coordinarono tra loro, portando alla creazione di due sistemi di controllo nella normativa alimentare, uno in materia di igiene, di cui era responsabile il Ministero della Salute (MOH, weisheng bu 卫生 ), e uno per la qualità dei prodotti, sotto il controllo della SAQS. In seguito a una serie di incidenti alimentari, il governo cercò di meglio suddividere le responsabilità dei diversi enti che spesso si sovrapponevano affidando all’Amministrazione statale per la supervisione e il controllo degli alimenti e dei farmaci (SFDA, guojia shipin yaopin jiandu guanli zongju 国家食品药品监督管理总局 disposta nel 2003) il compito di gestire e coordinare l’attività regolativa dei vari enti e di intervenire e indagare nel caso di incidenti. Questa Amministrazione è sotto il controllo diretto del Consiglio di Stato. Fu quindi introdotto un sistema di tracciabilità, di valutazione scientifica del rischio e un sistema di licenze per la produzione nel settore alimentare. Sotto la diretta supervisione del Ministero dell’Agricoltura (MOA, nongye bu 农业部) viene pubblicata nel 2006 la Legge sulla sicurezza e sulla qualità dei prodotti agricoli (2006, nong chanpin zhilian anquan fa 农产品质量安全法), che rappresenta il primo provvedimento in materia di qualità e sicurezza dei prodotti agricoli, con l’obiettivo di assicurarne la qualità e la sicurezza. Questa, regola l’utilizzo di fertilizzanti, pesticidi, additivi, prodotti veterinari, e prevede inoltre un sistema di information disclosure che permette alle autorità di avere accesso alle informazioni sui prodotti in caso di problemi, imponendo ai produttori di archiviare per due anni i dati sulle procedure di produzione. Particolare attenzione è posta inoltre sull’etichettatura, che deve riportare tutte le informazioni del prodotto (nome, luogo di produzione, produttore, data di produzione e scadenza, livello di qualità e l’eventuale utilizzo di additivi). La legge prevede, inoltre, un sistema sanzionatorio in caso di violazioni, salvaguardando la tutela del consumatore. La “Legge sulla sicurezza alimentare” attuale (shipin anquan fa 食品安全法), è stata emanata il 28 febbraio 2009 dall’Assemblea Nazionale del Popolo (ANP, quanguo renmin daibiao dahui 国人民代表大会) e in vigore dal 1° giugno del 2009, rappresenta attualmente, insieme ai Regolamenti attutivi (shipin anquan fa shishi tiaolie 食品安全法实施条列) in vigore dal 20 luglio del 2009 ed emanati dal Consiglio di Stato, il principale riferimento normativo in materia di sicurezza alimentare. La FSL comprende 104 articoli di legge e dieci capitoli, che trattano rispettivamente i seguenti ambiti: disposizioni generali; sorveglianza e valutazione dei rischi per la sicurezza alimentare; standard di sicurezza alimentare; produzione e commercio di alimenti; controllo sugli alimenti; importazione ed esportazione di alimenti; gestione degli incidenti di sicurezza alimentare; gestione della supervisione; responsabilità legale; disposizioni supplementari.

Food Safety Law 2009 China